3 piatti unici ed esotici che puoi realizzare a casa

Nello Sri Lanka il calendario nazionale è costellato da numerose feste durante tutto l’arco dell’anno, ogni occasione è buona per festeggiare e sono molte le ricette tipiche che vengono utilizzate.

 

Sri Lankan Dhal Curry
Fonte: Feedlife.ca

Sri Lankan Daal Curry

Questo è uno dei piatti più comunemente consumati in Sri Lanka e il risultato è eccellente quando viene preparato in una pentola di terracotta.

Ecco la ricetta, il procedimento e i link dove acquistare gli ingredienti più particolari.

Dosi per 4 persone, difficoltà media

Lavate due tazze di lenticchie rosse decorticate, scolatele e mettetele in una casseruola con due tazze di latte di cocco liquido

1 peperoncino rosso secco spezzettato e 1 cucchiaino di curcuma macinata 

Portate il tutto a bollore, e fate cuocere lentamente fino a che le lenticchie risultino morbide.

In un’altra casseruola scaldate 1 cucchiaio di olio e soffriggetevi 6 foglie di curry

2 cipolle medie affettate finemente, 5 cm di stecca di cannella e un ricciolo di scorza di limone fino a che le cipolle risultino dorate.

Mettete da parte metà delle cipolle come guarnizione del piatto e trasferite il composto di lenticchie nella casseruola. Aggiungete il latte di cocco denso e salate a piacere. Fate sobbollire senza coperchio fino a quando le lenticchie risultino molto morbide e della consistenza di un budino liquido.

Servite con riso e uvetta.

 

Nota con il nome di paese del sorriso, la Tailandia ha come tratti distintivi l’allegria e la gentilezza.

Erbe, spezie e riso sono gli ingredienti fondamentali di quasi tutte le loro ricette tipiche, oltre al pesce ed alla carne.

pad thai
Fonte: Seonkyounglongest.com

Pad Thai

Il pad thai è un tipico street food thailandese. Ecco una versione molto facile da realizzare a casa con il procedimento e i link dove acquistare gli ingredienti più particolari.

Difficoltà bassa, dosi per 4 persone.

Per prima cosa coprite 300 grammi di tagliatelle di riso  con acqua tiepida e lasciatele in ammollo fino a quando non sarà il momento di cuocerle. Scaldate il wok  con 30 g di olio di semi, poi aggiungete 80 grammi di arachidi e fatele tostare per pochi minuti e trasferitele in una ciotola.

Eliminate l’olio già utilizzato dal wok e versate gli altri 30 g di olio di semi, poi grattugiate 2 spicchi d’aglio e fateli soffriggere a fiamma media per un paio di minuti. Ora scolate le tagliatelle di riso e versatele nel wok, mescolate per amalgamarle al soffritto e saltatele sempre a fiamma media.

Aggiungete 40 grammi di succo di tamarindo  e 40 grammi di pasta di pesce, mescolate bene, poi unite anche 10 grammi di salsa di soia e mescolate ancora.

Versate 50 grammi di acqua e alzate la fiamma, poi aggiungete del coriandolo tritato, dell’erba cipollina e 150 grammi di germogli di soia continuando a mescolare.

Spostate tutto su un lato del wok e posizionatevi 200 g di gamberi black tiger (già puliti); versate 10 grammi di salsa di soia solo sui gamberi e scottateli brevemente mescolando con delicatezza. Unite le arachidi tostate e servite guarnendo il piatto con qualche fettina di lime e gustatelo al momento!

 

Passando al dessert, viaggiamo nell’isola delle Mauritius che è famosa per la sua multietnicità. Nel tempo le diverse usanze e tradizioni si sono influenzate reciprocamente, nonché le abitudini alimentari e culturali, creando una varietà e ricchezza molto vaste che consentono agli abitanti di convivere in un clima di rispetto generale e di grande armonia.

Una veloce e gustosa ricetta Mauritana per chiudere il pasto in dolcezza sono le frittelle di banane.

mauritius banana
Fonte: Muscleandfitness.com

Frittelle di banane alla mauritana

Difficoltà bassa, dosi per 4 persone.

Sbucciate due banane di media grandezza e tagliatele a tocchetti.

Versate in una ciotola il succo di un lime, 2 cucchiai di rum e 2 cucchiai di zucchero a velo bianco.

Aggiungete i tocchetti di banane e lasciate il composto a riposo per circa 15 minuti.

A parte sbattete un uovo con 200 ml di latte e 25 grammi di burro precedentemente sciolto e raffreddato. 

Incorporate 250gr farina auto-lievitante setacciata, 1/2 cucchiaino di sale e 1 cucchiaio di zucchero a velo bianco.

Miscelate bene finché la pastella sia uniforme.

Scaldate dell’olio sufficiente in una casseruola.

Scolate le banane e incorporatele alla pastella.

Quando l’olio sarà molto caldo, immergete le frittelle di banana e friggetele su entrambi i lati che poi scolerete su di un foglio di carta assorbente.

Disponete le frittelle su di un piatto e servitele subito, cosparse con dello zucchero.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *