Come diventare uno chef famoso

L’iter da seguire per diventare uno chef di successo richiede molta costanza e determinazione, oltre che una certa dose di inventiva e creatività. Fondamentale è scegliere il giusto percorso formativo.

Il percorso formativo

La prima tappa per la formazione di uno chef professionista è l’Istituto Alberghiero, scegliendo l’indirizzo “cucina”. Per questa scuola sono passati Carlo Cracco, Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo, Davide Oldani e tanti famosi chef italiani.

Costanza e determinazione

Ma come è diventato famoso Antonino Cannavacciuolo, il cuoco più amato dagli italiani?

È lo chef che fa più programmi degli altri, i suoi libri vendono tantissime copie, gli eventi che lo vedono protagonista funzionano e i locali si moltiplicano.

Il successo è arrivato lavorando sodo da quando aveva 13 anni.

Da ragazzo studiava nell’Alberghiero di Vico Equense dove il papà insegnava e lavorava nell’hotel dove cucinava: La Sonrisa, un cinque stelle a Sant’Antonio Abate, vicino a Pompei. Poi dopo il servizio militare arrivò sul lago d’Orta, all’Approdo, dove divenne amico della figlia del proprietario, Cinzia con cui si è fidanzato nel 1997 e con cui ha aperto Villa Crespi due anni dopo, quando Cannavacciuolo aveva soli 24 anni. La svolta arrivò nel 2003 quando conquistò le Tre Forchette del Gambero Rosso. Il mese seguente ha sposato Cinzia e ha conquistato anche la Stella Michelin. In quell’anno è cambiata la sua carriera e la sua vita.

Per rimanere sempre in ambito italiano, se si desidera proseguire il percorso formativo specializzandosi ulteriormente, dopo il diploma alberghiero è possibile iscriversi all’Università scegliendo indirizzi ad hoc come, ad esempio, alla facoltà di Scienze Gastronomiche.

Non solo specializzazione

Negli ultimi anni gli chef famosi sono visti come nuovi modelli di eleganza e di stile. 

Secondo un sondaggio condotto da Showroomprive.it, il sito di vendite private online specializzato nel settore fashion, è Carlo Cracco il cuoco italiano più apprezzato in fatto di stile: il giudice di Masterchef si aggiudica la prima posizione della classifica con il 27,9% delle preferenze. Alta specializzazione si ma con un occhio allo stile, per diventare delle credibili star dei media.

I tre pilasti

Se parliamo di cuochi famosi diventati delle vere star della televisione non possiamo non nominare Gordon Ramsey, chef stellato pluripremiato di fama internazionale, ha aperto una serie di ristoranti di successo in tutto il mondo. Nominato Ufficiale dell’Ordine dell’Impero britannico nel 2006, Gordon è diventato anche una star del piccolo schermo sia nel Regno Unito che a livello internazionale, con spettacoli come Kitchen Nightmares, Hell’s Kitchen, Hotel Hell e MasterChef US.

Il cuoco inglese re degli insulti creativi è diventato uno chef stellato e un imprenditore di successo grazie a tre mosse.

Chef Ramsay dichiara che scegliersi i modelli giusti tra i propri colleghi può essere una grande fonte di ispirazione: se qualcosa che fa qualcuno ti piace e sembra nelle tue corde, non esitare a imitarlo.

Fondamentale poi trovare i collaboratori giusti e incentivare il lavoro di squadra: nessuno arriva al successo completamente da solo.

Terzo e ultimo punto: delegare. Non caricarsi tutto sulle spalle e concedersi una pausa ogni tanto.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *